Informazioni sanitarie

Caratteristiche dello sviluppo e del trattamento della malattia di Zhelino

Pin
Send
Share
Send
Send


malattia del sonno
ICD-117A20 7A20
ICD-10G 47.4 47.4
ICD-10-CMG47.419 e G47.41
ICD-9347 347
ICD-9-CM347.0 e 347.00
OMIM161400
DiseasesDB8801
MedlinePlus000802
eMedicineneuro / 522
MeSHD009290

malattia del sonno (dall'altro greco. νάρκη - intorpidimento, sonno e λῆψις - attacco, sinonimi: morbo di Zhelino, narcolessia essenziale) - una malattia del sistema nervoso correlata all'ipersonnia, caratterizzata da attacchi quotidiani di irresistibile sonnolenza e attacchi di improvviso addormentamento, attacchi di cataplessia, perdita del tono muscolare con una chiara coscienza, disturbi del sonno notturno, comparsa di allucinazioni ipnagogiche (quando si addormenta) e ipnomiche (al risveglio). A volte c'è una paralisi a breve termine del corpo immediatamente dopo il risveglio.

Epidemiologia

Alexander Wayne evidenzia il pentade della sindrome narcolettica:

  1. insonnia notturna
  2. attacchi di sonnolenza
  3. allucinazioni ipnagogiche,
  4. attacchi di cataplessia
  5. cataplessia del risveglio.

Tuttavia, per la diagnosi di narcolessia, non è necessaria la presenza di tutti i sintomi elencati; è sufficiente una combinazione di sonno durante il giorno con uno o più sintomi.

Modifica epidemiologia |Possibili disturbi del sonno

La malattia si riferisce all'ipersonnia - condizioni in cui aumenta la durata del sonno o si verificano attacchi di sonnolenza diurna. Una differenza importante rispetto ad altre forme è che una persona si addormenta durante il giorno, non può controllarsi. Di notte, il paziente dorme male - spesso si sveglia.

Inoltre, con la narcolessia, il cosiddetto "sonno veloce" - il tempo dei sogni - arriva istantaneamente, e in una persona sana, all'inizio, c'è un periodo di sonno profondo, quando il cervello riposa e non ci sono "sogni notturni". Spesso, la patologia è accompagnata da una completa perdita del tono muscolare - catalepsia, a causa della quale una persona può cadere durante un attacco o paralisi assonnata - intorpidimento dopo il risveglio, quando è impossibile spostare gli arti, girare la testa.

La natura della malattia e i gruppi a rischio

Gli scienziati moderni concordano sul fatto che uno dei motivi è una violazione della sintesi dell'ormone orexina. In tutti i pazienti con narcolessia, è stata osservata una mancanza di questa sostanza nel liquido cerebrospinale. È responsabile del passaggio del sistema nervoso dalla veglia al sonno. I seguenti fattori possono interrompere la produzione e il metabolismo di un neurotrasmettitore:

  • malformazioni fetali associate a mutazioni genetiche,
  • ereditarietà,
  • disfunzioni del sistema endocrino della donna durante la gravidanza, in particolare disfunzioni tiroidee e loro conseguenze - iper- e ipotiroidismo,
  • traumi cranici
  • superlavoro - psicologico e fisico,
  • processi infettivi nel cervello,
  • diabete mellito
  • malattia della tiroide (nell'87% dei pazienti con ipersonnia si osserva ipotiroidismo).

Tuttavia, questi fattori non portano necessariamente alla malattia di Jelino. Di norma, nelle persone che vengono dal medico con una lamentela sull'addormentarsi in viaggio, un'altra causa della narcolessia sono i disturbi autoimmuni: il contenuto di linfociti T patologici nel sangue dei pazienti supera la norma e differisce significativamente dai parametri dell'analisi di una persona sana.

Esistono 4 forme di malattia:

  • Il primario ha, di regola, cause congenite. L'età manifesta va dai 15 ai 30 anni. Questo è il nome del tempo durante il quale la malattia si manifesta più chiaramente.
  • La forma secondaria è le conseguenze delle malattie del cervello e delle sue membrane.
  • La parossistica si verifica sullo sfondo delle lesioni epilettiche.
  • Una forma senza catalepsia è una specie rara, procede senza indebolimento muscolare e talvolta senza una fase di sonno REM.

A rischio sono le donne in gravidanza con problemi al sistema endocrino o uno stile di vita anormale, le persone nella cui famiglia è stata osservata la malattia, i pazienti con epilessia o varie lesioni cerebrali.

Sintomi di narcolessia

Il segno più importante con cui viene diagnosticata la diagnosi di narcolettico è la grave sonnolenza diurna, è quasi impossibile resistere, porta inevitabilmente ad addormentarsi ovunque. Soprattutto, questo sintomo si manifesta quando si svolgono attività monotone, ad esempio quando si studia mentre si ascoltano le lezioni. Tuttavia, le classi attive non sono un ostacolo: si verifica un attacco in qualsiasi situazione, una persona può "addormentarsi in movimento" ovunque. Queste manifestazioni si osservano più spesso nella prima metà della giornata; più vicino alla sera, lo stato di narcolettico scompare in uno stato di letargia e debolezza.

Non appena il paziente è immerso in un sogno ipnotico, inizia immediatamente a sognare. Questo periodo dura da 5 minuti a tre ore. È possibile svegliare Zhelino affetto da una malattia allo stesso modo di un normale sonno. Dopo essersi svegliato, si sente più allegro, ma questa sensazione ha vita breve e presto lascia il posto alla debolezza. Ci sono molti episodi simili al giorno.


Un altro segno caratteristico è che è molto difficile per una persona addormentarsi la sera. Sonno notturno intermittente e superficiale, al mattino il paziente si sente sempre stanco, come se non andasse a letto.

A volte si notano allucinazioni: sogni ad occhi aperti. Questa condizione è tipica per i bambini, negli adulti è rara.

La catalepsia prima di addormentarsi si osserva in ¾ di tutti i pazienti. Si manifesta nell'indebolimento dei muscoli scheletrici mantenendo la coscienza. Una persona può cadere, mentre capisce e sente tutto. C'è l'effetto opposto: il paziente si addormenta in movimento, ad esempio, mentre cammina, senza rendersi conto di ciò che sta accadendo. Questo stato dura diversi minuti, dopo di che viene il risveglio.

In ¼ dei narcolettici si osserva la paralisi carotidea: intorpidimento dei muscoli nei primi minuti dopo il risveglio e talvolta prima di addormentarsi. Il paziente vuole muovere gli arti o girare la testa, ma non ci riesce.

Nei bambini, la sintomatologia è simile, ma non viene immediatamente notata dai genitori che assumono i segni della malattia di Zhelino per le caratteristiche della prima infanzia. Il bambino può essere letargico, inibito, distratto, si addormenta rapidamente, soprattutto dopo aver mangiato. È estremamente difficile svegliarlo al mattino, il bambino in risposta a tali tentativi è capriccioso o addirittura organizza uno scoppio d'ira. Di notte, il suo sonno è irrequieto, può contrarsi, emettere suoni, spesso svegliarsi (più volte).

Diagnostica

Per identificare la vera causa della malattia, vengono eseguite le seguenti misure diagnostiche:

  • Metodo di registrazione dei sogni (polisonnografia): il paziente deve pernottare in una struttura medica in cui viene esaminata la sequenza di inizio delle fasi del sonno con l'aiuto di attrezzature.
  • Valutazione quantitativa della sonnolenza diurna (l'abbreviazione in inglese è MSLT, la traduzione letterale è un test multiplo della latenza del sonno) - una persona si addormenta durante il giorno per 20 minuti, momento in cui vengono registrati i suoi segnali cerebrali. Per escludere altre malattie, i test vengono eseguiti 5 volte al giorno.
  • Imaging a risonanza magnetica: scansiona il cervello a strati, oggi è il metodo migliore per diagnosticare gli organi. Rileva tumori, anomalie strutturali.

Questa patologia viene registrata utilizzando i metodi di diagnostica strumentale sopra citati: polisonnografia e MSLT.

La malattia dovrebbe essere differenziata da altre patologie:

  • Sindrome di Pickwick. Il sintomo principale della malattia è lo stesso: un irresistibile desiderio di dormire durante il giorno e addormentarsi in movimento. Tuttavia, questa patologia è caratterizzata da obesità di 3-5 gradi, a causa della quale il diaframma è troppo alto, causando carenza di ossigeno nel corpo e sonnolenza anormale. Dopo che il paziente ha perso peso, tutti i segni della malattia scompaiono.
  • Sindrome di Kleine-Levin. È caratteristico della giovane età, quindi c'è una regressione dei sintomi. Una persona si addormenta in qualsiasi ambiente, al risveglio sperimenta attacchi di grande fame e mangia tutto in fila. Si osservano anche cambiamenti comportamentali: aggressività, iperattività, agitazione dopo il sonno.
  • Letargia. Il paziente si addormenta a lungo - da alcune ore a diverse settimane. Con un coma, non può essere svegliato, il polso e la respirazione sono rallentati (con la narcolessia, al contrario, si nota la tachicardia). Di norma, tali attacchi durano diverse ore, ma ce ne sono anche altri più lunghi nel tempo. La forma sonnolenta di letargia può durare fino a diverse settimane, se esposta agli stimoli, una persona può essere svegliata. Dopo essersi svegliato, il paziente viene monitorato, poiché è di nuovo in grado di immergersi in un sonno prolungato.
  • L'allucinosi peduncolare di Lermith. Questa sindrome è caratterizzata da visioni che si verificano al crepuscolo o in condizioni di scarsa luminosità. Non si osserva perdita di coscienza e caduta nel sonno.
  • Distonia vegetativa-vascolare - con VSD, si osserva debolezza, a volte perdita di coscienza sullo sfondo della bassa pressione sanguigna, tuttavia, queste manifestazioni sono piuttosto rare e non periodiche.

L'importanza della diagnosi è difficile da sopravvalutare: i metodi di trattamento della malattia di Zhelino dipendono da essa.

Metodi di trattamento

La malattia dura una vita, oggi è impossibile liberarsene completamente. Con l'aiuto di una terapia ben scelta, è possibile fermare i sintomi più spiacevoli: addormentarsi di giorno, rilassare i muscoli scheletrici. A tal fine, il medico può prescrivere i seguenti medicinali:

  1. "Modafinil" - un farmaco che elimina attacchi di sonnolenza diurna, non crea dipendenza. Tuttavia, l'importazione di queste compresse in Russia è vietata.
  2. "Sydnocarb" - uno stimolante del sistema nervoso centrale. È ben tollerato, non provoca dipendenza, agitazione o aggressività. Aiuta a superare la sensazione di sopraffazione, allevia la sonnolenza durante il giorno. Controindicazioni - ipertensione, gravidanza, allattamento. Anche Indopal e Meridil hanno effetti simili. È necessario essere trattati con questi medicinali in cicli di 30 giorni, con una pausa obbligatoria di 15-20 giorni.
  3. "Melipramine" - un antidepressivo, elimina attacchi di paura e depressione. È vietato alle donne in gravidanza (possono causare malformazioni fetali), allattamento, nonché per una serie di malattie del sistema cardiovascolare e disturbi mentali.
  4. "Clomipramine" è un farmaco iniettabile che elimina attacchi di catalepsia e ansia. Rispetto alle forme di compresse, l'effetto del trattamento con questo antidepressivo si ottiene più velocemente.

Gli effetti dell'eccessiva sonnolenza

La narcolessia riduce la qualità della vita, portando a vari disturbi e colpisce le seguenti aree:

  • Sicurezza fisica. La malattia può manifestarsi in qualsiasi situazione, ad esempio, in luoghi che richiedono una maggiore concentrazione di attenzione: in un'escursione in montagna, quando si attraversa la carreggiata.
  • Salute mentale Il paziente diventa ansioso, sospettoso, costantemente impaurito di addormentarsi. Le emozioni negative influenzano negativamente il sistema nervoso.
  • Condizione fisiologica. La costante mancanza di sonno porta alla sindrome da stanchezza cronica, che è accompagnata da una violazione di una serie di funzioni del corpo.
  • Relazioni sociali. La narcolessia interferisce spesso con lo sviluppo della carriera, poiché le persone intorno non sono sempre pronte a capire che una persona soffre di una malattia e non è solo pigra.

Queste conseguenze vengono eliminate se osservate da uno specialista, seguire le sue istruzioni e trattare la malattia di Zhelino con i metodi disponibili.

L'efficacia e l'adeguatezza delle misure preventive

Molte persone che soffrono di narcolessia usano metodi popolari preferiti come bere caffè o bevande energetiche per rallegrarsi la mattina. Tuttavia, l'effetto terapeutico di tali metodi è quasi zero e talvolta può essere dannoso. La caffeina provoca tachicardia, che è già osservata nella malattia, l'effetto di tale "strumento" è di breve durata e dura non più di un'ora.

Secondo i pazienti, al fine di proteggersi dalle lesioni durante la caduta durante un attacco, si dovrebbe trovare un posto più comodo per dormire e prendere una posizione seduta al minimo segno di sonnolenza.

Con la malattia di Zhelino, è estremamente importante organizzare il regime della giornata: andare a letto e alzarsi alle stesse ore, allocare tempo (almeno 30 minuti) per il sonno durante il giorno.

Questa malattia non è una frase, puoi conviverci, lavorare, raggiungere obiettivi di vita. Ad esempio, il leggendario scienziato Leonardo da Vinci aveva una malattia di Gelino. È necessario adattarsi alle proprie condizioni, studiare le caratteristiche della propria fisiologia e seguire le raccomandazioni del medico.

Conosco la narcolessia, una malattia che ti fa dormire troppo spesso

Priap, semmai, questo è un semidio greco così antico, i cui doveri includevano. ta-da! fertilizzare l'universo.
Di conseguenza, la sfortunata persona in cui è stato scoperto questo sintomo è il felice proprietario di una pietra solida, erezione persistente. Vero, doloroso e "ritirato" solo con l'aiuto di medicine. Neanche il sesso funzionerà: il pene è troppo teso e può aggrapparsi solo allo stomaco del partner.
Sintomo Priapa è un fedele compagno di alcune malattie oncologiche, lesioni spinali e, all'improvviso, può essere causato da un eccessivo consumo di alcolici.

Per lo sfortunato proprietario di questo sintomo, il mondo intero ha la stessa temperatura - cioè, avendo toccato una tazza di caffè caldo e una tazza di birra fredda, non sentirà la differenza. Ma risparmia su riscaldatori e condizionatori d'aria!
È vero, per il bene di questa economia, dovrai acquisire una malattia oncologica del cervello o una lesione spinale.

Le persone infelici con iperestesia saranno felici di descrivere con quale violento fruscio una foglia cade da un albero, quale dolore infernale porta un maglione di lana spinoso, quali deliziosi occhi blu ha il paziente nella stanza accanto e quale cantata di gusti è contenuta in un pezzo di formaggio.
È vero, devi pagare per questo con irritabilità, ansia e tubercolosi. Non per niente molti scrittori hanno "premiato" i loro eroi con questa piaga.

In generale, lo stadio terminale è un momento in cui gli organi principali e quasi vitali hanno già fermato la loro vita e hanno iniziato a crollare in un modo o nell'altro. E i prodotti del decadimento degli organi che sono caduti nel sangue possono trasformare una persona in un mucchio di felicità ardentemente incontrollabile: ride, esulta e assicura ai rianimatori che non è mai stato così sano.
Questa eccellente condizione non dura a lungo, termina con la morte e indica che i prodotti di decadimento hanno raggiunto il sistema nervoso centrale, i segnali del dolore non vengono elaborati e l'istinto di autoconservazione viene rimosso.

Con la sclerosi multipla, l'estinzione delle funzioni vitali dura per decenni e quindi l'euforia è in qualche modo prolungata e meno evidente - il 15% di coloro che soffrono di sclerosi multipla ha uno stato d'animo costantemente elevato, una diminuzione del livello di criticità e indifferenza verso la malattia stessa e altri problemi.
Ad esempio, un paziente, dopo aver appreso che nel prossimo futuro dovrà passare a una sedia a rotelle, inizierà a scegliere il modello più sofisticato e immaginerà come sezionarlo per le strade.

Le persone ancora felici sono i narcolettici. A causa del loro strano sintomo, devono dormire, anche se a poco a poco, almeno cinque minuti l'ora.
Non possono socializzare, diventare corpi di casa.
Ma soprattutto - hanno la capacità di controllare i loro sogni e vedere tutto ciò che vogliono!
Sfortunatamente, la resa dei conti per questa onnipotenza illusoria-egoista è un tumore al cervello o una lesione cerebrale traumatica.

Il sintomo provoca alle persone exploit. Diventano pieni di attività, forza di volontà e raggiungono i loro obiettivi con qualsiasi mezzo.
Reckoning per un sintomo - psicosi maniaco-depressiva.

Vuoi essere sempre bello? Hai un pallido aspetto ispiratore, un rossore luminoso sulle guance, labbra scure che sono gonfie e guardano un massimo di 50 a 50?
Dovrai pagarlo con svenimenti, emottisi e stenosi della valvola mitrale (malattie cardiache).

Cos'è la narcolessia

La narcolessia è disturbo neurologico (non confondere con i disturbi mentali), la cui manifestazione più caratteristica sono episodi ricorrenti di sonnolenza grave (ipersonnia) durante il giorno, costringendo una persona a dormire durante il giorno.

Questa malattia è relativamente rara tra la popolazione, si stima che colpisca 40 persone ogni 100.000 e non abbia "preferenze" riguardo al sesso e all'età (può interessare sia i bambini che gli adulti e gli anziani).

Tuttavia, va notato che questo disturbo si presenta raramente prima di 10 anni e, in ogni caso, è poco associato ad altre malattie. Molto spesso, i casi di narcolessia si verificano tra 15 e 30 anni.

Nelle persone anziane, la diagnosi di narcolessia causa grandi difficoltà, poiché alcuni sintomi, come letargia, sonnolenza diurna e allucinazioni, possono essere associati ad altre malattie degli anziani. Tuttavia, i casi di rilevazione di narcolessia dopo 60 anni sono estremamente rari.

I bambini a rischio sono nella fascia di età da 11 a 15 anni, cioè il periodo di pre-adolescenza e adolescenza, molto raramente l'ipersonnia appare fino a 11 anni (la percentuale di persone colpite a 10 anni è di circa il 16%), sebbene siano stati riportati casi di bambini con narcolessia 5-8 anni (con una percentuale del 4,5% sul numero totale delle persone colpite).

Diversi tipi di sindrome del gelino

La narcolessia, chiamata anche sindrome di Zhelino per conto del suo scopritore, è una patologia che si manifesta nei disturbi del sonno, in particolare, ipersonnia.

Ce ne sono vari tipi di narcolessia:

  • Narcolessia primaria: Questa è una forma classica di narcolessia con caratteristici attacchi di ipersonnia durante il giorno, cataplessia (debolezza, improvvisa riduzione del tono muscolare), allucinazioni e paralisi del sonno.
  • Narcolessia secondaria: Una forma più rara di narcolessia che si sviluppa a seguito di trauma cranico, malattie come la sclerosi multipla e tumori cerebrali e lesioni causate da infiammazione.
  • Narcolessia parossistica: questa è una condizione associata all'epilessia, i fatti della crisi parossistica narcolettica sono uno dei sintomi che si manifestano con convulsioni epilettiche e che consistono nell'improvviso addormentarsi con una successiva caduta.
  • Narcolessia senza cataplessia: è una forma meno comune di narcolessia primaria ed è caratterizzata dall'assenza di cataplessia come sintomo. Può esistere in due versioni, senza cataplessia, ma con la presenza di episodi di sonno REM determinati da test diagnostici (in questo caso, definiti come narcolessia monosintomatica) o senza cataplessia e senza episodi di sonno REM.

Quali sono le possibili conseguenze dell'ipersonnia?

La narcolessia, nonostante una prognosi favorevole, ma essendo una malattia cronica, può avere conseguenze importanti per la vita sociale del soggetto.

Per spesso può accadere:

  • Incidenti stradali: Se un attacco all'ipersonnia inizia durante la guida. Per questo motivo, si consiglia vivamente alle persone con narcolessia di non guidare veicoli.
  • lesioni: ad esempio, una persona può colpire con la testa o altre parti del corpo durante un attacco di ipersonnia seguito da una caduta.
  • Perdita di contatti sociali e lavorativi: poiché gli attacchi di ipersonnia di kk durante il lavoro (che, ovviamente, vengono effettuati con minore efficienza), e nel processo di attività sociale, ciò porta all'emarginazione del soggetto.

Cause di attacchi di sonno - ancora sconosciuti

vero cause di narcolessia sconosciuto oggi. È chiaro che ciò è causato da cambiamenti nelle parti del sistema nervoso centrale che regolano il sonno e la veglia, ma gli scienziati non capiscono ancora quali cambiamenti in quali di essi causano tali sintomi.

Tuttavia, è noto pazienti con narcolessia non esistono cellule in grado di secernere l'ormocretina ormonale, che, a quanto pare, è coinvolta nel processo di mantenimento dello stato di veglia del soggetto. D'altra parte, i risultati di vari studi indicano che la narcolessia è una malattia multifattoriale ed è impossibile determinare una singola causa del disturbo.

Ipotesi su origine della narcolessia non hanno chiari meccanismi e definizioni, ma possono essere riassunti come segue:

  • Fattori ereditari: la narcolessia è, secondo alcuni scienziati, una patologia ereditaria che porta a una mutazione del gene che codifica per la proteina mielina (gene MOG oligodendocita della mielina). Carenza o disturbo nella struttura di questa proteina influenzano il funzionamento del sistema nervoso centrale.
  • Malattie autoimmuni: Alcuni ricercatori sostengono che la narcolessia potrebbe essere una patologia autoimmune. Si ritiene che le cellule anormali del sistema immunitario attaccino le cellule che secernono l'ipocretina. Il deficit di ipocretina è anche associato all'insorgenza della depressione.
  • Correlazione con malattie metabolicheA: Alcuni studi recenti hanno mostrato una correlazione tra malattie metaboliche come l'obesità e l'insorgenza di narcolessia. Un punto comune è la produzione dell'ormone orexina, che è in grado di regolare la fame e influisce sul regime di veglia. Altri studi, tra le altre cose, mettono in relazione la presenza di narcolessia e la sua insorgenza con il diabete di tipo 2.

Il vaccino antinfluenzale può causare narcolessia

La correlazione tra il vaccino contro l'influenza H1N1 e il verificarsi è attualmente in discussione. narcolessia nei bambini. Da quando è stato riscontrato un aumento della narcolessia nei bambini vaccinati contro questo tipo di virus. Questa correlazione non è stata ancora sufficientemente verificata, ma sappiamo che tra il 2002 e il 2010, l'incidenza della narcolessia negli individui vaccinati è aumentata almeno 17 volte.

4 principali sintomi di narcolessia

Sintomi di narcolessia molto caratteristico e costituito da quattro punti principali, che, se presenti insieme, forniscono una diagnosi inequivocabile della malattia.

  • cataplessia - si tratta di una perdita o diminuzione del tono muscolare e della forza muscolare, che provoca una destabilizzazione del soggetto, a seguito della quale può improvvisamente cadere a terra, senza nemmeno accorgersene. Comincia da un grave stress emotivo, sia positivo (risate, eccitazione) che negativo (pianto) e, di regola, non influenza lo stato di coscienza, tranne in casi più gravi.
  • Sonnolenza diurna è uno dei primi sintomi di cui si lamentano i narcolettici. Gli attacchi di sonnolenza possono verificarsi molto improvvisamente e inaspettatamente, in qualsiasi momento e ovunque, il che spesso influisce negativamente sul lavoro e sulle attività sociali. Il sonno narcolettico di notte è disturbato ed è caratterizzato da frequenti risvegli, mentre gli episodi di sonnolenza diurna possono aumentare.
  • Paralisi del sonno È uno stato caratterizzato dal fatto che il soggetto si trova in uno stato, ma con la totale incapacità di muovere gli arti, parlare o comunicare in qualsiasi modo con il mondo esterno. Si verifica nei momenti che precedono l'inizio del sonno o il risveglio precoce e può essere fermato dall'uso di stimoli esterni (ad esempio, ondeggiando il paziente). Spesso è la causa della sofferenza umana, poiché è fortemente spaventato dall'incapacità di muoversi.
  • allucinazioni insorgono quando il paziente si addormenta (e si chiama ipnagogico) o quando si sveglia (in questo caso sono chiamati ipnopomici). Un paziente con gli occhi aperti sperimenta allucinazioni visive e uditive che sembrano reali e talvolta possono avere momenti di interazione con la realtà. Spesso associato a paralisi del sonno e compare nel 60% dei casi di narcolessia.

durata episodi di sonnolenza da 15 a 60 minuti, mentre gli episodi di cataplessia durano solo pochi secondi, a volte diversi minuti, e nei casi più gravi fino a mezz'ora, in questo caso esiste la possibilità di un cambiamento nello stato di coscienza.

Gli episodi possono verificarsi più volte durante il giorno, tuttavia, spesso compaiono dopo cena.

Terapia farmacologica della narcolessia

La narcolessia è una malattia cronica per la quale non esiste una medicina efficace. I metodi di trattamento esistenti mirano a controllare i sintomi, piuttosto che a trattare la patologia.

Farmaci usati per controllare la narcolessiasono prescritti da un medico e il loro dosaggio varia a seconda della gravità dei sintomi.

Tra i farmaci usati per controllare i sintomi della narcolessia ci sono:

  • modafinil: venduto con il nome commerciale Provigil - Questo è un farmaco che appartiene alla categoria di stimolanti. Lo spettro della sua azione non è stato ancora completamente studiato, ma a quanto pare agisce a livello del rilascio di neurotrasmettitori e strutture che regolano il sonno e la veglia, come l'ipotalamo, l'amigdala e il talamo. Questa azione riduce la sensazione di sonnolenza e aumenta il vigore. Può essere usato sia negli adulti, a dosi comprese tra 200 e 400 mg, sia nei bambini, a dosi di circa 100 mg. Altri farmaci con un effetto stimolante che possono essere utilizzati per la narcolessia sono dextroamphetamine e metilfenidato.
  • Ossibato di sodio: utilizzato per migliorare la continuità del sonno notturno, la sua profondità e durata, al fine di ridurre i fenomeni di ipersonnia diurna e per il trattamento della cataplessia. Questo medicinale appartiene ai tranquillanti, per i quali la dose giornaliera degli adulti è compresa tra 6 e 9 g, e per i bambini, la dose giornaliera è di 3-7 g.

Esistono anche misure non farmacologiche che è possibile utilizzare per la narcolessia.

Terapia non farmacologica per l'ipersonnia - regole di comportamento

La terapia farmacologica per la narcolessia include molti regole di condotta e rimedi naturali.

I suggerimenti per il trattamento dei sintomi della narcolessia possono essere elencati come segue:

  • Evita i carboidrati alti e gli zuccheri semplici., poiché i prodotti del loro metabolismo aumentano la sensazione di sonnolenza durante il giorno. Anche necessario ridurre o eliminare il consumo di alcolche è anche responsabile dell'aumento della sonnolenza diurna.
  • Si consiglia di fare brevi pause di sonno durante il giorno, della durata di 5-10 minuti a un'ora, per evitare l'insorgenza di narcolessia in momenti imprevisti, ad esempio durante la guida.
  • Bere 400-600 mg di caffeina al giorno (circa 3-4 tazze di caffè) per sfruttare l'effetto stimolante. Tuttavia, questo rimedio è controindicato per i bambini.
  • Mantenere un regolare schema di sonno, andare a letto e alzarsi allo stesso tempo.
  • Prendi integratori a base vegetale come pepe di cayenna, ginseng o guaranà, che hanno un effetto stimolante.

Guarda il video: Che caratteristiche ha lo psicologo dello sviluppo esteso (Dicembre 2022).

Pin
Send
Share
Send
Send