Informazioni sanitarie

5 consigli per lo yoga a digiuno

Pin
Send
Share
Send
Send


Innanzitutto, impara come creare il tuo menu in base ai seguenti principi.

Sono vegetariano Già più di 8 anni. E nella mia vita è accaduto prima il vegetarismo, poi lo yoga. Anche se di solito succede o non succede il contrario ... Ognuno ha un modo diverso. Pertanto, non appartengo affatto a coloro che sono turbati dall'odore di una bistecca fritta nel loro ristorante preferito o che si sentono stanchi della vista di un nuovo poster pubblicitario di hamburger a doppia cotoletta. E quando la gente mi viene in mente una domanda su come mangiare prima e dopo la pratica, non ho l'abitudine di tenere una lezione sul vegetarismo e la necessità di rifiutare carne e prodotti animali. Mangiare o non mangiare è una scelta consapevole di tutti basata sui propri sentimenti e bisogni del corpo.

Non sono un nutrizionista, ma come persona con molti anni di esperienza nella pratica dello yoga dietro di lui, in base agli aspetti fisiologici del corpo e all'influenza delle asana eseguite sul nostro corpo, posso dare diversi consigli volti a garantire che tu sia pieno di energia durante le lezioni e il tuo gli organi interni si sentirebbero a proprio agio.

Nel processo di scrittura dei miei post ai fini di una più ampia copertura dell'argomento, guardo spesso ai siti Web di riviste e blogger stranieri, poiché all'estero, principalmente negli Stati Uniti, lo yoga è molto popolare e c'è semplicemente un'incredibile quantità di informazioni su tutti i problemi: vengono condotti studi, vengono condotti esperimenti vengono eseguiti lavori scientifici, traduzioni di testi ayurvedici, ecc. E questo argomento non fa eccezione. Inoltre, il tema del cibo e della nutrizione è forse uno dei più popolari ai nostri giorni. In tutti gli aspetti della vita: sport, salute, diete, gravidanza, psicologia, il tema della nutrizione è affrontato ovunque. E non c'è da stupirsi, perché questa è una delle componenti chiave della nostra vita. Ma il fatto è che è stato su questo tema che ho dovuto affrontare il fatto che parte del materiale semplicemente non è applicabile, mi sembra, per i miei lettori russi. Ora capirai perché☺

Darò solo un estratto dalla dieta per gli yogi da articoli stranieri (dal punto di vista dell'utilità e dell'equilibrio, ne metto 10 su 10, ma cosa puoi dire di semplicità e accessibilità ... ☺):

  • frullato di frutta fresca con semi di chia,
  • farina d'avena sul latte di mandorle con una manciata di frutti di bosco freschi, noci,
  • zuppa di miso
  • insalata con verdure, fagioli neri, mais, condita con salsa o salsa guacamole.

Se hai un cuoco personale o prepari un menu così straordinario nella tua istituzione preferita, così come hai abbastanza tempo per fare scorta delle provviste necessarie per cucinare tutto questo e portarti con te per uno spuntino, allora sei solo fortunato. E immaginavo che scappassi dal lavoro per pranzo e provassi a trovare un ristorante giapponese per ordinare una zuppa di miso, o chiedere ai venditori di negozi dietro l'angolo che i semi di Chia potessero mangiare prima di un allenamento serale. In generale, la maggior parte dei miei clienti riesce a malapena a saltare fuori a pranzo in un bar dietro l'angolo o portare un panino con sé, senza lasciare direttamente il computer, e poi, a corto di lavoro, cercano di prendere una tazza di caffè lungo la strada, in modo che durante le lezioni serali possano fare più di posa di un guerriero a riposo.

Quindi, come possiamo mangiare senza sosta in questa modalità in modo che il nostro cibo sia semplice, economico, sano e che abbia abbastanza forza ed energia per l'allenamento? E anche se non abbiamo le tovaglie e neanche la frase "Cooking pot" non funziona, è possibile, amici miei. La cosa principale è controllare cosa e quando mangiamo. In questo caso, di solito è difficile all'inizio. Quindi - diventa un'abitudine.

Il cibo non dovrebbe essere speciale e non è necessario acquistare qualcosa di raro e speciale o preparare piatti deliziosi.

Per iniziare, impara come creare il tuo menu in base ai seguenti principi:

  1. Non mangiare troppo. In generale, è auspicabile che questo diventi un credo di vita. Mangiare troppo fa male a tutti. Non solo per praticare yoga. Per quanto mi riguarda, ho adottato questa regola: mangio così tanto che anche se improvvisamente dovessi allenarmi 10 minuti dopo aver mangiato, avrei potuto farlo senza provare disagio. Cioè, idealmente, il praticante dovrebbe lasciare il tavolo un po 'affamato e con una sensazione di leggerezza.
  2. Evitare cibi difficili da digerire. Almeno durante i giorni di allenamento, cerca di non mangiare cibi con un lungo processo di assimilazione (3-4 ore). Cosa comprende: carne (soprattutto rossa), cibi fritti e grassi, prodotti lattiero-caseari interi, noci (più di 5 pezzi), pasta e prodotti da forno (tranne la farina grossolana), cibi pastorizzati e cibi ricchi di zucchero (torte, torte, altri dolciumi), prodotti di pasta lievitata.
  3. Cerchiamo di preparare l'ultimo pasto 3 - 3,5 ore prima della lezione, poiché le asana invertite, nonché gli esercizi che colpiscono gli organi interni, vengono eseguiti meglio a stomaco vuoto. Storicamente, secondo un antico trattato, la pratica dello yoga veniva eseguita la mattina a stomaco vuoto. E solo allora - colazione. Nel moderno mondo civile, pratichiamo quando possiamo: giorno, sera, mattina. A volte ho lezioni prima delle 22.30, il che non è affatto coerente con la descrizione originale della pratica negli antichi testi indiani. Pertanto, diamo solo cibo da digerire e ricordiamo che durante l'ultimo pasto osserviamo i primi due punti.
  4. Il giorno della pratica (e, se possibile, in linea di principio nella dieta) limitiamo l'assunzione di più piatti a un pasto. Come va? Spiegherò ora. Il fatto è che molto spesso, utilizzando prodotti apparentemente innocui allo stesso tempo, senza saperlo noi stessi, contribuiamo al verificarsi di reazioni chimiche indesiderate e allunghiamo il periodo del processo di digestione nel corpo. Su questo argomento sono stati scritti molti articoli da noti nutrizionisti, non molto nutrizionisti, atleti, medici e solo combattenti per uno stile di vita sano, quindi non mi fermerò qui. Se sarà interessante, studia questa domanda: ci sono interi schemi e tabelle di una combinazione di prodotti. Non riesco proprio a ricordare tutte queste combinazioni e incoerenze consentite. Pertanto, come opzione: o stampare la tabella di compatibilità e portarla con sé (con il tempo, probabilmente ti abituerai e saprai già tutto a memoria), o elaborare alcune regole di base per te. Ad esempio, frutta e latticini dovrebbero essere consumati separatamente dagli altri prodotti, lo stesso con i dessert (se è molto difficile per te rifiutarli), i legumi e la carne possono essere consumati con le erbe, ma un nemico con un amico, ecc. In generale: se durante i giorni delle lezioni segui i principi della nutrizione separata, sarà solo meglio per te e la tua pratica.
  5. Prognatismo. Cosa devo fare se sono già passate 3 ore dopo aver mangiato e ritieni che il massimo che hai abbastanza energia per durante la prossima lezione sia Shavasana se non mangi nulla? Mangiare o non mangiare? Risposta: certo che c'è.
  6. Per uno spuntino in forma: 1 mela o 1 fettina di pera mezza banana (o 1 piccola), tè debole (preferibilmente verde) con un cucchiaio di miele, tre metà di noci o mandorle, yogurt senza zucchero senza additivi o un bicchiere di kefir, una fetta di cioccolato fondente, per gli amanti del caffè - mezza tazza (150 -200 ml) caffè debole. Credimi, se hai un boccone da mangiare con uno dei 30 minuti precedenti l'allenamento, avrai abbastanza forza e non sentirai alcun disagio durante le lezioni. Se nessuna delle opzioni precedenti è adatta a te, scegli uno spuntino con un tempo di assimilazione fino a 30 minuti.
  7. Dopo le prove. Quindi alleluia: la pratica ha avuto successo! Sei ben fatto. Lo stomaco non ringhiava in tutta la sala e non c'erano segni di disagio. Ma perché così affamato ... È normale!

Il tuo corpo ha lavorato duramente e ha esaurito le riserve di energia. Ora vuole ristabilire la giustizia e rimediare a loro.

E qui posso consigliare quanto segue. Se la tua pratica era la mattina o il pomeriggio, vai a mangiare quello che vuoi, senza dimenticare, ovviamente, i paragrafi precedenti ☺

Ma cosa fare se è quasi notte nel cortile e dovresti già dormire, ma sai che non ti addormenterai finché non avrai qualcosa da mangiare. E, conoscendo il tuo stomaco, capisci che qui non ci sarà un bicchiere di kefir e fette di mela. Niente di cui preoccuparsi. La regola di base è senza fanatismo. Se vuoi davvero, concediti qualcosa che è facilmente digeribile. Ad esempio, puoi scegliere uno di questi: ricotta o yogurt magro, mela cotta, tofu, tisana con un cucchiaio di miele, kiwi, mezzo pompelmo o 2 fette di ananas, per i più diligenti e affamati sono adatti alcuni cucchiai di verdure in umido o fagioli verdi bolliti.

Spero che queste piccole raccomandazioni ti aiuteranno a inventare la tua dieta, che ti riempirà di una carica di vivacità e ripristinerà le tue forze dopo una diligente pratica. Provalo, ascolta il tuo corpo e troverai sicuramente ciò di cui hai bisogno.

L'autore dell'articolo: Oksana Gorkina, laureata alla scuola di yoga di Patanjali, insegnante certificato IYA, istruttore di aero yoga e hatha yoga a San Pietroburgo.

Contenuti:

Non pensiamo che questa volta siamo entrati nella seconda settimana del Ramadan. E il tuo post? Ancora liscia? O iniziare a zoppicare? Spesso durante il digiuno non ci sentiamo attivi come in altri mesi, perché di solito non dormiamo, abbiamo sonno e mancanza di energia, così spesso per un mese dimentichiamo gli sport.

Per voi praticanti del vero yoga, oltre ad esservi fisicamente utili, la pratica di routine durante il digiuno vi insegna anche ad approfondire la pratica spirituale dello yoga e, naturalmente, questo corrisponde ai valori spirituali che sentite quando avete fame e sete.

Come sai, il digiuno è molto benefico per la tua salute, perché quando digiuni, dai al tuo corpo l'opportunità di migliorare il corpo, incluso il sistema digestivo, abbassando la glicemia e aumentando l'immunità. Ci sono alcuni consigli su come rimanere attivi nello yoga durante il digiuno ed evitare di sentirsi deboli o mancanza di energia.

2. Mangia cibi nutrienti e bevi molta acqua

Assicurati di prestare attenzione all'assunzione di cibo durante il digiuno. Espandi la tua dieta nutriente almeno combinando carboidrati, proteine ​​e grassi. I carboidrati sono buoni per le fonti energetiche e proteine ​​e grassi fanno bene a sentirti pieno durante il giorno. Scegli un tipo di carboidrato ricco di fibre come la farina d'avena ed evita cibi grassi o fritti. E si consiglia vivamente di bere acqua invece di bevande contenenti caffeina come tè e caffè, il che può rendere difficile dormire quando si verificano cambiamenti nei modelli di sonno durante il Ramadan.

Bevi almeno 8 bicchieri di acqua al giorno per mantenere il corpo idratato, ma non bere immediatamente grandi porzioni. Oltre all'acqua potabile, alcuni frutti e verdure che contengono molta acqua, come anguria, cetriolo, pomodori e arance, sono anche ottimi per l'idratazione e possono essere consumati all'alba.

3. Scegli il momento giusto per lo yoga.

Quando lavori in ufficio, è meglio allenarti prima di rompere il digiuno, perché di solito le tue ore di lavoro vanno a casa e fai yoga meglio se lo stomaco è vuoto. Puoi esitare e sentirti poco prima di rompere. Non hai più l'energia per lo yoga, ma immagina che quando lasci l'aula, è tempo di rompere il digiuno e quindi il tuo corpo riceverà acqua. Sentirsi stanchi dopo l'allenamento scomparirà immediatamente. Ma assicurati di non mangiare subito cibo grosso, ma inizia con date o spuntini.

Per quelli di voi con un programma di lavoro più flessibile o magari solo facendo yoga durante il fine settimana, è possibile anche fare yoga al mattino. Nella mia esperienza, il corpo si sente molto fresco e hai l'opportunità di fare un pisolino dopo aver praticato lo yoga. Sai, durante un post sonnecchia - un altro merito!

4. Lo yoga tenero è altamente raccomandato.

In realtà, non è necessario modificare il tipo di yoga che si fa, soprattutto se il numero delle lezioni di yoga in precedenza ha superato tre volte alla settimana. Tuttavia, la pratica dello yoga dolce, yoga riparativo o yin yoga è molto utile per mantenere la condizione del tuo corpo che sta digiunando. I tipi di yoga che ho citato possono aiutarti a ripristinare l'energia, renderti più rilassato e calmo, quindi è molto coerente con l'essenza del digiuno. Oltre a continuare la tua pratica fisica, alleni anche il tuo sensitivo per essere più concentrato, equilibrato e più paziente.

Ma se vuoi ancora praticare Hot Yoga, Vinyasa o Ashtanga e altri tipi di yoga che fai più dinamici e di routine, ovviamente, non ci sono restrizioni se continui a capire il tuo corpo ogni volta che pratichi e non ti senti stanco .

5. Fai un pisolino

Uno dei problemi durante un mese affamato è un cambiamento nei modelli di sonno, ma è molto importante dormire almeno 8 ore al giorno. Ad esempio, è possibile dividere la durata del sonno per 6-7 ore di notte, 30-60 minuti dopo l'alba e 30-60 minuti all'ora di pranzo. O anche 15 minuti ogni volta che finisci di pregare.

Allora cosa stai aspettando? Non fare del Ramadan una scusa per saltare la tua pratica yoga, l'adorazione gratuita e lo yoga continuo!

Guarda il video: Perche lo yoga va fatto a stomaco vuoto? (Agosto 2022).

Pin
Send
Share
Send
Send