Asma

L'asma bronchiale attacca di notte

Pin
Send
Share
Send
Send


L'asma bronchiale (AD) è una delle malattie più comuni al mondo. Questa patologia colpisce il 5% della popolazione mondiale e due terzi dei pazienti con asma hanno attacchi di broncospasmo notturni

L'asma bronchiale (AD) è una delle malattie più comuni al mondo. Questa patologia colpisce il 5% della popolazione mondiale e due terzi dei pazienti con asma hanno attacchi di broncospasmo notturni, che peggiorano significativamente la qualità del sonno e, di conseguenza, aggrava il decorso della malattia. Questi attacchi notturni sono chiamati asma notturno. È caratterizzato da una significativa riduzione del ritmo quotidiano della pervietà bronchiale durante il sonno notturno. Naturalmente, fornire cure efficaci di notte presenta grandi difficoltà.

La prima menzione di asma notturna risale al 17 ° secolo. Nel 1698, il Dr. John Floyer, un asmatico in persona, scrisse: “Ho notato che un attacco si verifica sempre di notte. Al primo risveglio, circa un'ora o due notti, un attacco d'asma diventa più pronunciato, la respirazione viene rallentata. il diaframma sembra rigido e pizzicato. Può andare giù con grande difficoltà. " Nonostante una descrizione così chiara, passarono almeno due secoli e mezzo prima che si prestasse maggiore attenzione all'asma notturno. Un tempo, c'era una disputa tra esperti sul fatto che il numero di decessi tra i pazienti con AD aumentasse di notte o meno. I risultati congiunti pubblicati di quattro studi hanno mostrato che 93 su 219 decessi si sono verificati tra la mezzanotte e le 8 del mattino, il che di per sé indica ancora significativo (P

Ci sono stati relativamente pochi studi che hanno confrontato l'efficacia dei β-agonisti respirabili a lunga durata d'azione e altri mezzi per monitorare lo sviluppo dell'asma notturno. Uno di questi studi ha mostrato l'assenza di differenze significative nell'efficacia tra salmeterolo e teofillina ingerita, sebbene abbia notato alcuni benefici marginali del salmeterolo in termini di frequenza del risveglio dal sonno e miglioramento della qualità della vita. Un altro studio ha dimostrato che il salmeterolo rispetto alla teofillina ha causato un minor deterioramento della funzione polmonare durante la notte e una migliore qualità del sonno soggettiva. Il salmeterolo ha anche un vantaggio rispetto alla terbutalina a rilascio lento assunta per via orale in termini di numero di notti, quando i pazienti dormono in sicurezza fino al mattino senza risveglio, nonché gli indicatori di flusso di picco mattutino e determinano il grado di efficacia clinica. Il salmeterolo alla dose di 50 mg due volte al giorno non meno efficacemente ha migliorato il benessere dei pazienti con asma notturno rispetto al fluticasone, usato a 250 mg due volte al giorno. Sembra probabile che i broncodilatatori per inalazione a lunga durata sostituiranno gradualmente i broncodilatatori a lunga durata, assunti per via orale e con un gran numero di effetti collaterali.

* CPAP (abbreviazione di pressione positiva continua delle vie aeree) - una pressione dell'aria positiva costante nel tratto respiratorio superiore, impedendone l'ostruzione.

Storie notturne

La prima storia Un uomo dorme se stesso, dorme e improvvisamente tossisce una volta, l'altra, quindi si rigira su un fianco. Poi si sedette - appoggiò il petto, soffocando, fischiettando per tutta la stanza. Una volta che ha fatto l'inalazione, non aiuta, l'altro - beh, forse solo un po 'è diventato più facile. In generale, sono riuscito a malapena. Guardò l'orologio: le due del mattino. Si sdraiò di nuovo, si girò e si girò, poi si addormentò. E chi è questo asmatico? Diciamo uno studente. Dì, fin dall'infanzia, una rinite allergica. Ma ama molto i gatti - ne ha due. Le piace quando sono sdraiate a letto nelle sue gambe.

La seconda storia Svetlana Evgenievna lavora in un'azienda rispettabile e fa buoni soldi. Solo di recente c'è stato qualcosa di sbagliato in lei. Si addormenta in viaggio, cammina nel verde, confonde i documenti. La sua amica ha chiesto: cosa ti sta succedendo? E Svetlana Evgenievna - beh, singhiozzo! "Asma", dice Svetlana Evgenievna, "con me. Durante il giorno, non è niente, me lo cospargo in bocca e me ne vado in giro. Ma di notte. Di mattina, come se fossi su una sveglia, alle cinque del mattino avrò un attacco. Se bevi tè con latte, è già ora di andare a lavorare. Ed è già passato un mese. E il mio, sai, non fa nulla per le faccende domestiche, quindi vado a letto all'una. Quindi mi manca la porta senza dormire. Sì, e l'ultimo giorno anche il tempo è qualcosa di sbagliato. Salire le scale è un problema. Mancanza di respiro. "

La terza storia Gli agenti di polizia a volte si ammalano. E con le stesse malattie di tutti gli altri: questo è fantastico! Lavorano molto, soprattutto non c'è tempo per comunicare con i compiti. Quindi le mogli dei poliziotti vanno a trovarsi, condividono le loro preoccupazioni. "Ogni notte, non abbiamo un sogno, ma un circo", dice una moglie della polizia a un'altra. "Il mio amico torna a casa dalle nove e il malvagio non viene vicino a me. Beh, cambia vestiti, lavati e in genere siediti al tavolo entro le dieci. Mancanza di appetito. non soffriamo, e nell'ultimo anno abbiamo già ordinato una nuova divisa tre volte - per così dire, più rapidamente. E a cena, bere vodka è sacro. Poi il mio umore migliora e i miei figli e finalmente me ne accorgiamo. Solo alle dodici a causa di il tavolo si alza e immediatamente - a dormire, e poi inizia il circo. Ciò che russa è la in fondo, ci sono già abituato. La cosa è diversa. Circa un'ora dopo essersi addormentato, salta improvvisamente, inizia a tossire, soffocare, rosso come il cancro, gli occhi sporgenti. È spaventoso guardare. Chiamiamo un'ambulanza, fanno iniezioni. Chiedo loro, "Cosa c'è che non va in suo marito. Dicono che è come l'asma. Sì, conosco l'asma, mia cognata è malata, ma questo non le succede di notte."

Perché gli attacchi di asma si verificano di notte?

Sembra che il nostro studente della prima storia, semplicemente parlando, si sdraia di notte in un allergene e respira. Può essere un pelo di gatto o un allergene agli acari delle zecche. In ogni caso, se una persona che soffre di asma bronchiale allergico (e la presenza di una rinite allergica è una ragione seria per presumere che l'asma sia anche allergica) si sveglia dai sintomi della malattia alle due del mattino, allora molto spesso ciò significa che la persona è stata esposta ad un allergene.

Possiamo tranquillamente affermare che Svetlana Evgenievna non tratta bene l'asma, poiché peggiora al mattino. La ragione qui è un cambiamento nel background ormonale e nella regolazione nervosa del tono dei bronchi al mattino. In questo momento, le forze interne che trattengono i bronchi nello stato espanso sono indebolite. Da qui l'attacco mattutino. Quindi la mancanza di respiro alle 5-6 del mattino suggerisce che il trattamento dovrebbe essere rafforzato.

Per quanto riguarda il nostro personaggio, il cui servizio è pericoloso e difficile, a quanto pare la ama così tanto che continua a creare difficoltà per se stesso anche dopo il turno. Un pasto pesante molto tardi, l'alcol, che indebolisce il tono dei muscoli che regolano il movimento del contenuto dell'esofago e dello stomaco, inevitabile con una tale dieta, gastrite e infiammazione dell'esofago - tutto ciò porta al fatto che di notte il cibo, insieme all'acido cloridrico prodotto nello stomaco, aumenta esofago ed entra nella trachea e nei bronchi. Se una persona soffre di asma, questo può portare a un attacco molto forte.

Cosa fare con un attacco notturno di asma?

Prima di tutto, per escludere tutto ciò che può portare a un attacco notturno. Allergeni a letto - questo è inaccettabile. Pertanto, il gatto deve essere espulso e un cuscino in piuma, e preferibilmente tutta la biancheria da letto, deve essere sostituito con quelli che contengono un winterizer sintetico. Bene, e non dimenticare altri mezzi per trattare gli allergeni domestici, di cui abbiamo scritto più di una volta. Se gli attacchi mattutini si ripetono, dovresti andare dal medico. Questo è un segnale di difficoltà, il che significa che presto può verificarsi un grave aggravamento. Non è consigliabile mangiare tardi a nessuno, specialmente agli asmatici. Mangiare troppo di notte, alcol, malattie croniche del tratto gastrointestinale sono tutti provocatori dell'asma notturno.

Non ci sono cure speciali per gli attacchi notturni di asma. Ma esistono alcune caratteristiche del trattamento farmacologico. Prima di tutto, con sintomi notturni, vengono utilizzati broncodilatatori a lunga durata d'azione.

Gli asmatici russi conoscono bene il seredent della compagnia Glaxo Elkom, un broncodilatatore che dura 12 ore. Se applicato la sera, avrà un effetto terapeutico per tutta la notte.

Di recente è apparso un nuovo farmaco combinato, Seretide. Contiene due noti farmaci: Serevent e Flixotide. Viene usato due volte al giorno ed è disponibile in polvere, confezionato in un inalatore speciale - multidisco. Il flixotide disponibile lì esegue il trattamento di base, influenzando l'infiammazione allergica e il Serevent fornisce broncodilatazione aggiuntiva.

Questo medicinale è particolarmente indicato per i pazienti con forme gravi della malattia. Per loro, uno dei componenti non è sufficiente, spesso devono usare aerosol broncodilatatori a breve durata d'azione.

È chiaro che in tutti i casi da noi descritti, l'uso di Seretide sarà utile. Il medicinale, in primo luogo, protegge dagli effetti dell'allergene, poiché non sempre può essere completamente rimosso. In secondo luogo, il trattamento dell'asma si intensificherà e non ci sarà dispnea mattutina. In terzo luogo, i getti notturni dall'esofago nella trachea non saranno accompagnati da manifestazioni così dolorose.

Sebbene la regola d'oro sia ancora d'oro: è più facile avvertire che curare.

Estratto di un articolo scientifico in medicina e sanità, autore di un articolo scientifico - O. Brodskaya

Dispnea, tosse, respiro sibilante sono molto caratteristici dell'asma bronchiale. Tre asmatici su quattro si svegliano almeno una volta alla settimana dalla dispnea. Non è un caso che la frequenza dei sintomi notturni sia uno dei criteri importanti per determinare la gravità dell'asma e la necessità di una terapia farmacologica.

Testo di un articolo scientifico sull'argomento "Asma notturno: cinque ragioni"

La mia lingua si intorpidisce, un rapido sfarfallio sui membri, un suono risuona nelle orecchie del ronzio assordato, e i miei occhi furono eclissati da una doppia Notte.

Asma notturno: cinque ragioni

Dispnea, tosse, respiro sibilante sono molto caratteristici dell'asma bronchiale. Tre asmatici su quattro si svegliano almeno una volta alla settimana dalla dispnea. Non è un caso che la frequenza dei sintomi notturni sia uno dei criteri importanti per determinare la gravità dell'asma e la necessità di una terapia farmacologica.

Negli asmatici, come nelle persone sane, gli indicatori funzionali dei polmoni, che possono essere misurati con spirometria o picco di portata, sono soggetti a fluttuazioni cicliche durante il giorno: ritmi circadiani. I migliori risultati si osservano intorno alle 16:00 e il peggiore alle 4:00 Tuttavia, se nelle persone sane il picco della portata espiratoria varia solo di qualche percento, negli asmatici queste fluttuazioni possono raggiungere il 50%. Inoltre, di notte, aumenta la reattività del tratto respiratorio, cioè la capacità di rispondere con il broncospasmo a vari stimoli. In questo articolo, proveremo ad analizzare le cause più comuni di attacchi notturni di asma e forniremo soluzioni a questo problema.

Il motivo principale è i già citati cambiamenti neuroendocrini quotidiani nel corpo. Di notte, i livelli di ormoni importanti come il cortisolo (il glucocorticosteroide del corpo, che ha un effetto antinfiammatorio) e l'adrenalina (tra i suoi numerosi effetti - l'espansione dei bronchi) diminuiscono. È chiaro che tali cambiamenti contribuiscono all'insorgenza del broncospasmo negli asmatici proprio di notte.

Inoltre, di notte l'attività del sistema nervoso parasimpatico aumenta, il "regno del vago" (nervo vago) insorge. Ricordiamo che il sistema nervoso autonomo regola l'attività

tutti gli organi interni ed è composto dai dipartimenti simpatico e parasimpatico. In generale, il dipartimento simpatico è responsabile dell'attivazione delle influenze, fornendo la mobilitazione delle forze del corpo per varie attività: sotto la sua azione, il polso aumenta, la pressione sanguigna aumenta, ecc. La divisione parasimpatica del sistema nervoso fornisce riposo e ripristino della forza (compresa la digestione). In relazione al nostro argomento, è importante sapere che, sotto l'influenza del sistema nervoso simpatico e del suo mediatore noradrenalina, i bronchi si espandono e l'azione del sistema nervoso parasimpatico (il mediatore è acetilcolina) li restringe. Pertanto, la prevalenza notturna dell'attività del nervo vago è una delle principali cause di asma notturno.

I Cosa fare per prevenire un attacco notturno?

L'uso di farmaci broncodilatatori a lunga durata d'azione (tra cui spiriva, salmeterolo, formoterolo, teofillina a rilascio ritardato) riduce il grado di deterioramento notturno dell'ostruzione bronchiale, ma non lo impedisce completamente.

Caratteristiche del decorso dell'infiammazione nei bronchi con asma. Questo motivo deriva naturalmente dal primo, poiché l'infiammazione è regolata anche dai sistemi nervoso ed endocrino - su ciascuno dei

corrente coinvolta nel processo infiammatorio, ci sono recettori per vari ormoni e mediatori. Di notte, la gravità dell'infiammazione nei bronchi aumenta e, allo stesso tempo, diminuisce la sensibilità dei recettori ai glucocorticosteroidi e ai farmaci espandenti i bronchi della classe beta-agonista (agiscono sui recettori dell'adrenalina).

I Cosa fare per prevenire la notte | un attacco?

Migliorare il controllo dell'asma con l'aiuto di una terapia farmacologica ottimale riduce la gravità dell'infiammazione nei bronchi, anche di notte. Tuttavia, la modifica del regime posologico dei farmaci antinfiammatori (utilizzando un inalatore ormonale appena prima di coricarsi) non influisce di per sé sulla frequenza dei sintomi notturni.

Contatto con allergeni Durante il sonno, una persona è particolarmente a stretto contatto e per lungo tempo in contatto con allergeni domestici (acari della polvere domestica, escrezione di animali domestici, ecc.), Poiché si accumulano nella lettiera. La maggior parte degli asmatici ha un'allergia a queste sostanze, che contribuisce a peggiorare i sintomi durante la notte.

? Cosa fare per prevenire un attacco notturno?

Ridurre al minimo il contatto con l'allergene. Questo può essere raggiunto

PSTMPi ALLERGY 2010/3

utilizzando biancheria da letto ipoallergenica (cuscini, coperte, coperte varie, ecc.) e altre misure ipoallergeniche.

La durata dell'azione di non tutti i farmaci si sovrappone al periodo di sonno.

? Cosa fare per prevenire un attacco notturno?

In accordo con il medico, utilizzare farmaci a lunga durata d'azione (menzionati sopra).

Malattie "concomitanti" che, come l'asma bronchiale, possono causare o esacerbare i sintomi notturni. Spesso, quest'ultima ragione è la prima o addirittura l'unica, che imita solo l'asma bronchiale effettivamente assente.

La sindrome da apnea ostruttiva del sonno è una grave malattia con russare come un chiaro segno. Sullo sfondo del russare, il tratto respiratorio superiore si sovrappone periodicamente (si verifica la loro ostruzione) e la respirazione si arresta (questa è apnea). Di conseguenza, il livello di ossigeno nel sangue diminuisce e il cervello, il cuore e altri organi soffrono della sua mancanza e aumenta il rischio di catastrofi vascolari. La sindrome dell'apnea ostruttiva può essere sospettata dalla presenza non solo di russare, ma anche di eccessiva sonnolenza diurna (dopo tutto, non puoi riposare correttamente di notte).

Reflusso gastroesofageo. Tradurre in una lingua comprensibile - gettando nell'esofago il contenuto acido dello stomaco. Inoltre, l'acido entra nella faringe e può essere aspirato nell'albero bronchiale.Questa condizione, oltre al bruciore di stomaco (che conferma la presenza di reflusso, ma non sempre si osserva con esso), può manifestarsi con mancanza di respiro e tosse, che sono associati alla posizione orizzontale del corpo e possono essere innescati da errori nella dieta.

Rinite allergica e sinusite: durante la notte, il processo di autopulizia dei seni paranasali peggiora, il che può causare perdite di muco nel tratto respiratorio inferiore con lo sviluppo della tosse notturna e mancanza di respiro.

Asma cardiaco: gli attacchi di dispnea notturna che si verificano dopo diverse ore di sonno e che passano dalla posizione supina alla posizione seduta possono essere una manifestazione di insufficienza cardiaca.

Cosa fare per prevenire la notte | un attacco?

È necessario prestare attenzione alle caratteristiche degli attacchi notturni e ai sintomi correlati e informarne il medico. Consiglierà quale specialista contattare per la diagnosi e il trattamento di ciascuna di queste malattie.

Come affrontare un attacco notturno?

E ora, finalmente, risponderemo a una delle domande principali: cosa fare se si è già sviluppato un attacco notturno di respiro corto? Certo, è necessario inalare un farmaco broncodilatatore di azione rapida. È possibile utilizzare qualsiasi beta-agonista a breve durata d'azione (salbut-mole, berotek), ma è meglio, ricordando il "regno del vago" notturno, utilizzare un farmaco combinato che agisce contemporaneamente sui recettori del sistema nervoso simpatico e parasimpatico. Questa combinazione di un beta-agonista e un holoblocker, che consente la massima resistenza ai cambiamenti notturni nella regolazione neuroendocrina, è disponibile sotto forma di un noto farmaco - Berodual N.

Berodual N contiene beta-agonista (fenoterolo) e anticolinergico (ipratropio). Grazie al fenoterolo, il sollievo durante l'assunzione del farmaco si verifica entro pochi minuti dall'inalazione, quindi l'ipatropio entra nella lotta contro il soffocamento, il cui massimo si sviluppa entro la fine della prima ora. globale

la durata dell'azione del bero-doppio è di 6 ore, che è più lunga di quella dei preparati monocomponenti. Di norma, questa durata dell'azione del farmaco consente di dormire sonni tranquilli fino al mattino senza avvertire sintomi di asma. Palpitazioni, tremore e altri effetti indesiderati quando si utilizza Berodual H sono meno probabili rispetto all'uso di altri inalatori, poiché Berodual H contiene una dose ridotta di beta-agonista. Si consiglia di discutere in anticipo con il proprio medico l'uso di Berodual N per attacchi notturni di asma bronchiale.

Speriamo che questo articolo ti aiuti a minimizzare il rischio di attacchi notturni e ad ottenere il controllo dell'asma. Tuttavia, mantenere il controllo dell'asma non è sempre possibile e ci sono varie ragioni per questo, come il fumo e le infezioni respiratorie virali. Questi due fattori aumentano anche il tono del sistema nervoso parasimpatico, quindi gli attacchi notturni sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute o (ahimè!) Il fumo continuato è un altro motivo per usare l'inalatore combinato Berodual N. Naturalmente, in ogni caso, gli attacchi notturni di asma sono un segnale che è necessario visitare un medico. E ti auguriamo buoni sogni e respiro libero.

BERODUAL N è un farmaco broncodilatatore utilizzato sia nella broncopneumopatia cronica ostruttiva che nell'asma bronchiale. Bero-dual N è un farmaco combinato costituito da due farmaci: berotek e atrovent e il farmaco broncodilatatore berotek in una dose di N beroduale è inferiore rispetto alla dose rilasciata da una lattina di berotek puro. Invece di freon, la lattina utilizza idrofluoroalcano, un riempitivo innocuo per l'ambiente e l'uomo. È usato come diretto da un medico.

Fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia

Le cause dei sintomi asmatici di notte non sono completamente note, ma ci sono diversi fattori predisponenti che possono portare a questo. Questi includono ipotermia, disturbi ormonali, posizione orizzontale, ecc.

Molto spesso, la sindrome asmatica notturna è provocata dai seguenti motivi:

1. POSIZIONE DEL CORPO. In posizione orizzontale, gli asmatici accumulano muco nelle vie aeree, classificato come edema postnasale. Inoltre, la posizione orizzontale migliora la circolazione sanguigna nel sistema polmonare e riduce il volume polmonare, provocando un aumento della resistenza respiratoria.

2. SINUSITE (aumento della quantità di secrezione mucosa). In un sogno, le vie aeree si restringono in modo significativo, il che aiuta a ridurre il flusso di ossigeno. Si verifica una forte tosse, che porta ad un ulteriore restringimento delle vie aeree e ad un graduale aumento dell'asma.

3. ORMONI. L'asma notturno può verificarsi a seguito di fluttuazioni ormonali circadiane nel sangue. Va notato che le interruzioni ormonali possono essere osservate non solo negli asmatici, ma anche nei pazienti completamente sani. Tale violazione provoca una scarica di adrenalina, che può influire in modo significativo sul mantenimento dei tessuti bronchiali muscolari durante il riposo. Allo stesso tempo, le vie aeree si espandono il più possibile.

Inoltre, l'adrenalina impedisce il rilascio di istamina, che provoca muco e broncospasmo. La quantità massima di adrenalina e, di conseguenza, la velocità massima durante l'espirazione, la più bassa alle 4 del mattino. In questo momento, il livello di istamina raggiunge il suo picco. A causa di una diminuzione dell'adrenalina e di un aumento dell'istamina, i sintomi dell'asma notturno peggiorano

4. MALATTIA GASTROESOFAGE REFLUX (GERD). Con gastrite, si trovano spesso bruciori di stomaco e reflusso (ingestione di acido gastrico dallo stomaco nella laringe e nell'esofago), che può scatenare il broncospasmo. L'esacerbazione del reflusso si verifica quando si è sdraiati e durante l'assunzione di alcuni farmaci per l'asma, che porta al rilassamento della valvola tra esofago e stomaco.

Spesso l'acido, che irrita l'esofago, porta all'attivazione del nervo vago. È in grado di provocare un restringimento del lume bronchiale. Se questo acido entra nel sistema bronchiale, nei polmoni e nella trachea, è possibile un attacco d'asma durante la notte.

5. ARIA CONDIZIONATA. Alcuni esperti sostengono che l'aria fredda nella stanza in cui un sonno asmatico può portare ad attacchi notturni. I flussi d'aria prodotti dai condizionatori d'aria contribuiscono all'essiccazione delle vie aeree, il che aggrava i sintomi della malattia.

6. GRILLETTI INTERNI. L'asma bronchiale in un sogno non dipende dal tempo quotidiano. Ad esempio, i pazienti che lavorano di notte sono in grado di provare sintomi asmatici durante il sonno durante il giorno. Numerosi studi indicano che la compromissione della respirazione si verifica 5-6 ore dopo essersi addormentati, il che conferma l'effetto dei fattori scatenanti dell'asma bronchiale.

Sintomi dell'asma notturno

L'asma notturno è caratterizzato da una combinazione simultanea di 3 sintomi, che includono:

  • compromissione della funzione respiratoria,
  • tosse lancinante

Al culmine di un attacco acuto, questi sintomi sono più pronunciati, ma in alcuni pazienti possono apparire anche nel periodo interictale. Un attacco acuto e la tosse possono comparire entro 24 ore. Un segno caratteristico dell'asma bronchiale notturno è una grave tosse e conseguente soffocamento.

Inoltre, i sintomi sono espressi sotto forma di aumento dell'attività respiratoria, sensazione di pesantezza al petto, aumento della sudorazione, aritmie e cianosi del triangolo nasolabiale. Spesso, la tosse è accompagnata da respiro sibilante, che può essere ascoltato a distanza. Successivamente, una tosse può essere accompagnata da uno scarico di espettorato denso e vetroso.

I sintomi dell'asma bronchiale sono ben neutralizzati con l'aiuto di broncodilatatori di emergenza.

È possibile utilizzare qualsiasi beta-agonista a breve durata d'azione (Berotek, Salbutamol), ma è possibile ottenere un effetto maggiore utilizzando un farmaco combinato che influenza contemporaneamente i recettori del nervo parasimpatico e simpatico.

Uno di questi farmaci è Berodual-N, che rimuove i sintomi notturni dell'asma il più rapidamente possibile. La durata dell'esposizione al farmaco raggiunge 6-7 ore. Questo supera la durata dell'azione di un farmaco per l'asma monocomponente. Questo periodo di tempo ti consente di trascorrere la notte con calma senza provare i sintomi caratteristici della malattia.

Oltre a Berodual, un attacco di asma bronchiale è ben alleviato dalla forma prolungata di teofillina e β-adrenostimolanti a lunga durata d'azione (Salmeterolo, Serevent), che si consiglia di assumere diverse ore prima di coricarsi.

Un attacco atopico di asma bronchiale richiede l'uso di antistaminici (Claritin, Loratadin, Suprastin, Zirtek, ecc.) Diverse ore prima di coricarsi. Gli antispasmodici (Drotaverin e No-shra) hanno un effetto positivo.

Inoltre, l'asma notturno comporta l'uso di sonniferi e sedativi, che aiutano a prevenire la "nevrosi in attesa" di un attacco acuto. Tuttavia, la fattibilità dell'uso di questi farmaci è decisa su base individuale, poiché il paziente, in connessione con l'inibizione dopo l'assunzione di questi farmaci, non dovrebbe consentire all'attacco di trascinarsi.

Nel caso in cui il paziente si svegli spesso di notte, è preoccupato per una forte tosse che accompagna l'asma bronchiale, è necessario consultare uno specialista in grado di determinare i sintomi e l'eziologia dell'asma e prescrivere il trattamento appropriato.

Prevenzione dell'asma notturno

Un attacco bronchiale notturno può essere prevenuto con l'aiuto di misure preventive, che includono:

  1. Allergeni potenzialmente pericolosi (mobili imbottiti, giocattoli, tappeti) non devono essere presenti nella stanza del paziente.
  2. È necessario monitorare la temperatura ambiente, l'umidità e l'aria pulita.
  3. È necessario controllare la respirazione nasale completa, per la quale si consiglia di 30 minuti prima di coricarsi, sciacquare il rinofaringe con una soluzione leggermente riscaldata di sale marino.
  4. Si raccomanda di trattare il reflusso in modo tempestivo.
  5. L'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre 2 ore prima di coricarsi.

I frequenti casi di asma bronchiale di notte indicano un peggioramento della malattia, quindi un attacco notturno richiede una valutazione approfondita delle condizioni generali del paziente, oltre a eliminare tutte le cause scatenanti della malattia.

Pin
Send
Share
Send
Send