Informazioni sanitarie

Posso prendere il paracetamolo durante la gravidanza?

Pin
Send
Share
Send
Send


Ogni rappresentante del gentil sesso, preparandosi a diventare madre, è particolarmente attento alla sua salute. Vale la pena notare che la maggior parte delle donne in gravidanza è affetta da virus e batteri. Questo accade in una data precoce. Questo perché il corpo riduce leggermente la difesa immunitaria per il normale sviluppo dell'embrione. È possibile bere il paracetamolo all'inizio della gravidanza? Questa domanda sorge in molte donne. Puoi trovare la risposta in questo articolo. Vale la pena considerare diversi fattori che influenzano la capacità di usare il paracetamolo nelle prime fasi della gravidanza.

La gravidanza e le sue fasi iniziali

Per cominciare, vale la pena decidere l'ora, che si chiama gravidanza precoce. Le donne credono che questo sia il periodo in cui il feto non può ancora essere chiamato un embrione. Molto spesso, questo è il periodo che va dalla prima alla decima settimana di gravidanza. Tuttavia, i medici hanno un'opinione diversa.

L'inizio della gravidanza è il periodo in cui il feto non è ancora protetto dalla placenta. Molto spesso si tratta di 1-14 settimane. È durante questo periodo che si verifica la principale formazione di tutti gli organi e sistemi del nascituro. Pertanto, molti farmaci sono vietati per l'uso.

Il farmaco "Paracetamol" durante la gravidanza

Nelle fasi iniziali, come in quelle successive, questa medicina è in grado di combattere molti disturbi. Questi includono febbre e febbre, dolore e infiammazione di vario tipo. Vale la pena notare che il paracetamolo è molto popolare e disponibile per ogni futura mamma. Ha un basso costo e un minimo di effetti collaterali. Proviamo a capire se è possibile durante la gravidanza "Paracetamol" o no.

Cosa dice l'annotazione?

Posso prendere il farmaco "Paracetamol" durante la gravidanza? Le istruzioni dicono che lo strumento è abbastanza sicuro e non provoca quasi mai reazioni avverse. Ecco perché il farmaco viene spesso prescritto non solo alle future mamme, ma anche ai neonati.

Le istruzioni indicano che puoi bere "Paracetamol" durante la gravidanza, ma devi tenere conto dei rischi per il nascituro. Il farmaco può essere assunto in qualsiasi momento. L'inizio della gravidanza (primo trimestre) non fa eccezione.

Cosa dicono i dottori?

È possibile "paracetamolo" durante la gravidanza? Cosa ne pensano i medici di questo?

I medici affermano che è possibile assumere "Paracetamol" durante la gravidanza, ma solo nei casi in cui i benefici attesi da esso saranno superiori al rischio per il nascituro. Se un rappresentante del sesso più debole ha la febbre alta, l'embrione può semplicemente morire. Ciò accade quando la scala del termometro supera i 38 gradi. Ecco perché, in questo caso, bere medicine significa proteggere il bambino dalla morte imminente. Forse il nascituro sopravviverà senza tale trattamento. Tuttavia, non vi è alcuna garanzia che la febbre non influenzerà i sistemi emergenti della vita.

Se il farmaco viene utilizzato come anestetico, può anche essere assunto durante la gestazione. I medici dicono che a volte una tale sindrome può causare un terribile disagio e spaventare la futura mamma. Il più grave è mal di testa e mal di denti. Lo stress eccessivo in questo caso può solo peggiorare le condizioni della donna incinta e causare una minaccia alla vita dell'embrione. Ecco perché è più consigliabile assumere una dose di paracetamolo piuttosto che soffrire di dolore.

L'effetto del farmaco sul fegato

È possibile "paracetamolo" durante la gravidanza? La risposta alla domanda sarà negativa se si hanno problemi al fegato e ai reni.

Il fatto è che qualsiasi farmaco viene inevitabilmente assorbito nel flusso sanguigno e passa attraverso il fegato. Questo organo agisce come una specie di filtro. Mentre aspetta il bambino, il corpo della futura madre lavora per due. Anche il carico sul fegato è in aumento. Con l'inizio della gravidanza, il volume del sangue nel corpo della donna, che viene costantemente filtrato, aumenta gradualmente. Se prendi un gran numero di medicinali, il fegato semplicemente non può far fronte a un tale carico. In questo caso, può verificarsi una varietà di malattie. Molti medici, nell'inevitabilità dell'assunzione di farmaci, prescrivono rimedi epatici concomitanti.

Inoltre, il farmaco "Paracetamol" durante la gravidanza (nelle fasi iniziali e successive) può influenzare negativamente i reni. Se hai l'urolitiasi, è meglio abbandonare completamente l'uso delle compresse. Tuttavia, se necessario, è possibile applicare altre forme di questo medicinale. Le compresse di paracetamolo peggiorano il deflusso di urina dal bacino e possono provocare un processo infiammatorio. Anche un effetto collaterale del farmaco è la colica renale. Si verifica esattamente quando viene utilizzato il rimedio indipendentemente dal divieto del medico.

In che modo la medicina influenza il sangue e i vasi sanguigni?

Il farmaco "Paracetamol" durante la gravidanza nelle fasi iniziali e successive può avere un effetto addensante. Se hai problemi con vene e vasi sanguigni, lo strumento è strettamente controindicato.

Se inizi a prenderlo, la formazione di coaguli di sangue può verificarsi non solo nelle estremità inferiori (l'opzione più popolare), ma anche nei vasi che collegano il feto alle pareti dell'utero. In questo caso, si verificano più spesso carenza di ossigeno e morte dell'embrione.

Compresse di paracetamolo e stomaco della futura mamma

Tutte le medicine inevitabilmente entrano nello stomaco e nell'intestino del paziente. Il farmaco "Paracetamol" non ha fatto eccezione. Molte donne che si trovano in una posizione interessante lamentano nausea, vomito e gas nelle prime fasi. Possono anche verificarsi dolore o pesantezza allo stomaco.

La medicina che entra nel corpo di una donna del genere non fa che aggravare la situazione. Ecco perché la maggior parte dei medici, se necessario, cerca di evitare pillole e sciroppi. Più spesso, i medici prescrivono supposte rettali con paracetamolo.

Come usare il paracetamolo nelle prime fasi della gravidanza?

Se decidi di assumere il farmaco, allora per iniziare vale la pena decidere sul modulo. Il medicinale è disponibile sotto forma di compresse standard, sciroppo e supposte. Inoltre, ci sono iniezioni di paracetamolo. Tuttavia, sono molto raramente prescritti per il trattamento di gestanti.

La forma più sicura di rilascio per una donna incinta saranno le candele. Non hanno alcun effetto sullo stomaco e sull'intestino, ma vengono immediatamente assorbiti nel sangue. È anche necessario prestare attenzione al dosaggio del farmaco. Preferisce il contenuto minimo di sostanza attiva.

Ricorda che il trattamento con Paracetamol non deve essere ritardato. Nonostante la sua sicurezza, il medicinale viene comunque assorbito nel corpo del nascituro attraverso i vasi sanguigni. Piccole dosi assunte una volta, praticamente non hanno alcun effetto negativo sul feto. Tuttavia, con l'uso regolare del medicinale, può verificarsi una complicazione inaspettata. Questo vale per tutte le forme di fondi.

Riepilogo e breve conclusione

Ora sai se il paracetamolo può essere usato all'inizio della gravidanza. Naturalmente, nessuno può costringerti ad abbandonare l'uso di determinati mezzi. Tuttavia, vale la pena ascoltare il consiglio di un medico e osservare tutti i trattamenti prescritti.

Ricorda che ora sei responsabile non solo del tuo benessere, ma anche della salute del futuro bambino. Ecco perché vale la pena scegliere metodi di trattamento più sicuri e ricorrere all'uso di droghe solo in casi di emergenza. Usa il paracetamolo solo quando è veramente necessario. Cerca di non superare mai la dose indicata e completa il trattamento il prima possibile.

Paracetamolo durante la gravidanza: istruzioni per l'uso

Nella pratica terapeutica, il paracetamolo viene utilizzato come agente anestetico, antipiretico e antinfiammatorio. Questo determina le indicazioni del farmaco:

  • lieve dolore di varie origini,
  • febbre dovuta a malattie infiammatorie.

Il paracetamolo può anche essere usato durante la gravidanza e l'allattamento, solo secondo le indicazioni e come indicato dal medico. Tra le controindicazioni al farmaco, sono indicate solo l'ipersensibilità ai suoi componenti, l'alcolismo e la funzionalità renale ed epatica compromessa.

Tuttavia, gli effetti collaterali del paracetamolo sono gravi:

  • reazioni allergiche
  • l'anemia,
  • colica renale
  • glomerulonefrite interstiziale,
  • piuria asettica,
  • agranulocitosi,
  • trombocitopenia.

Che cos'è il paracetamolo?

Il paracetamolo è un medicinale prodotto sotto forma di compresse rotonde di colore bianco o quasi bianco o capsule, compresse effervescenti per ricostituzione in acqua, sciroppo per bambini, supposte rettali e soluzioni iniettabili.

Che aspetto ha il paracetamolo

Ha un effetto anti-infiammatorio antipiretico, analgesico e lieve. Il principio di azione è associato all'inibizione della sintesi delle prostaglandine, l'effetto predominante sul centro di termoregolazione nell'ipotalamo.

La composizione del farmaco contiene tali sostanze (in 1 compressa):

  • paracetamolo - 500 mg,
  • povidone K25 - 36 mg,
  • lattosio monoidrato - 37 mg,
  • croscarmellosa sodica - 24 mg,
  • magnesio stearato - 3 mg.

Il medicinale inizia ad agire 30 minuti dopo la somministrazione orale, l'azione di picco del paracetamolo si verifica entro 1-1,5 ore. Il farmaco non influisce sulla mucosa gastrica, viene rapidamente assorbito nel flusso sanguigno e distribuito in tutto il corpo. Inoltre, il farmaco viene rapidamente espulso dal corpo dai reni con l'urina.

Bere paracetamolo è raccomandato nei seguenti casi:

    • febbre per malattie infettive e infiammatorie,
    • mal di testa,
    • mal di denti
    • emicrania,
    • nevralgie,
    • algomenorrea,
    • mialgia,
    • dolore causato da lesioni o ustioni.

Il paracetamolo può essere incinta

La gravidanza non è solo un periodo di attesa per l'incontro con il tuo bambino, ma anche un momento in cui dovresti essere più attento alla tua salute. In effetti, proprio ora, la maggior parte dei mezzi convenienti ed efficaci sono vietati. E se improvvisamente la futura madre ha preso un raffreddore, allora gli esperti selezionano il farmaco in modo che sia sicuro per la donna e il feto.

Spesso con mal di testa e mal di denti durante la gravidanza, nonché malattie virali e infettive, il medico prescrive il paracetamolo per eliminare la febbre e il dolore. Questo strumento è uno dei più efficaci e sicuri per le future mamme. Secondo numerosi studi condotti da scienziati di diversi paesi, il farmaco non ha avuto effetti negativi sulla gravidanza, ma allo stesso tempo è stato dimostrato che il principio attivo ha la capacità di penetrare nella placenta. Per questo motivo, l'automedicazione con paracetamolo durante la gravidanza è severamente vietata, l'assunzione del medicinale è consentita solo come prescritto dal medico e sotto la sua supervisione.

Inoltre, il farmaco non può essere assunto spesso, ma solo in casi di emergenza, tra cui:

  • Dolori articolari e muscolari, emicrania, mal di denti - grazie all'effetto analgesico, anche metà delle compresse di paracetamolo aiuterà ad eliminare le sensazioni spiacevoli.
  • Un aumento della temperatura corporea sopra i 38 gradi o una febbre - se la temperatura corporea è più bassa, è più consigliabile cercare di affrontarla usando rimedi popolari come tè caldo con lamponi o miele, tintura di tiglio o strofinare il corpo con la vodka e rimanere a letto il più a lungo possibile fino al completo recupero .

1 trimestre

Nel primo trimestre di gravidanza, si verifica la posa di tutti gli organi e sistemi del nascituro. Ecco perché qualsiasi intervento esterno può portare a conseguenze negative. Per questo motivo, il paracetamolo, come altri medicinali, non è consigliabile assumere all'inizio della gravidanza.

Il superamento del dosaggio di paracetamolo può provocare un cambiamento nel background ormonale e nel sistema nervoso del bambino, una violazione della formazione e dello sviluppo dei genitali nel ragazzo.

Uno specialista può prescrivere il paracetamolo nel 1 ° trimestre solo se la minaccia alla vita della madre supera il rischio per il feto, vale a dire:

  • forti emicranie e mal di testa,
  • febbre,
  • un raffreddore accompagnato da febbre
  • mal di denti acuti.

Il dosaggio, la frequenza e la durata della somministrazione sono prescritti individualmente dal medico.

2 trimestre

Nel secondo trimestre, tutti i sistemi e gli organi del bambino sono già formati, ma allo stesso tempo continuano a svilupparsi. Pertanto, l'assunzione incontrollata di paracetamolo dal dolore e dal calore in questo momento è vietata a causa della sua capacità di essere rapidamente assorbita nel flusso sanguigno e penetrare nella barriera placentare.

Il principio attivo del farmaco può influenzare lo sviluppo degli organi fetali e portare a un'interruzione del loro lavoro. Nel 2 ° trimestre, il paracetamolo è prescritto alle donne in gravidanza in queste condizioni:

  • mal di denti acuti e mal di testa,
  • febbre,
  • calore
  • alta temperatura corporea.

Devi bere il farmaco solo nella quantità raccomandata dal medico. Il dosaggio in eccesso è inaccettabile.

3 trimestre

Alla fine della gravidanza, raffreddori e malattie virali rappresentano una minaccia per la futura madre e il feto, poiché una placenta matura inizia a svolgere le sue funzioni protettive peggio. Per questo motivo, quasi ogni infezione può facilmente penetrare nel feto e portare a infezione intrauterina.

Febbre, alta temperatura corporea, febbre, malattie virali sono piene di sviluppo di ipossia fetale. Al fine di ridurre al minimo la probabilità di sviluppare tali complicanze ad alta temperatura e calore, alla futura madre viene prescritto il paracetamolo per bambini. In questo caso, la durata massima della terapia non deve superare i 7 giorni e il dosaggio è prescritto individualmente dal medico.

Dottoressa incinta

Manuale di istruzioni

Come bere il paracetamolo durante la gravidanza e quale dovrebbe essere il dosaggio? Tutto ciò dovrebbe essere prescritto da uno specialista, in base alle condizioni della donna incinta. Molto spesso, lo schema è simile al seguente:

  • a una temperatura corporea superiore a 38 gradi, assumere ½ compresse di Paracetamol 500 mg,
  • il dosaggio giornaliero massimo del farmaco non deve superare 1000-1500 mg del farmaco, viene assunto 3-4 volte,
  • bevi una pillola prima dei pasti, bevendo molta acqua,
  • con un improvviso aumento della temperatura e del calore, è consentito bere ½ compresse di paracetamolo e chiamare immediatamente un medico per prescrivere una terapia adeguata.

Oltre alle pillole per mal di testa, mal di denti e altri disturbi, puoi bere il paracetamolo in sospensione o usare supposte rettali, ma solo come indicato dal tuo medico.

Il paracetamolo è nocivo durante la gravidanza?

Nonostante i benefici del farmaco, è necessario consultare il proprio medico prima di berlo durante la gravidanza. Il fatto è che il principio attivo del farmaco può penetrare attraverso la barriera placentare fino al feto. Ciò è particolarmente pericoloso nelle prime fasi della gravidanza, poiché in questo momento si formano tutti i sistemi e gli organi del bambino, il che porterà al loro sviluppo improprio o addirittura all'aborto spontaneo.

Un altro pericolo sono le tossine rilasciate dal componente attivo del farmaco. Interessano il funzionamento del fegato e dei reni, pertanto la dose raccomandata deve essere rigorosamente osservata e non superarla. In presenza di patologie renali ed epatiche in una donna incinta, è vietato bere il paracetamolo.

Quanto spesso e quanto puoi assumere Paracetamol durante la gravidanza? Si beve solo in casi di emergenza come prescritto dal medico e nel dosaggio individuale prescritto. L'automedicazione senza il permesso di uno specialista è vietata.

Paracetamolo per la Guinea

Durante l'allattamento, il paracetamolo può essere preso dal calore e dal dolore, poiché è considerato il farmaco più sicuro. Durante l'allattamento, sono consentite piccole dosi del farmaco, mentre tra le dosi, è necessario osservare un intervallo di 4-6 ore in modo che la concentrazione del principio attivo nel latte materno sia minima.

Controindicazioni

Il paracetamolo è dannoso in questi casi:

  • intolleranza individuale,
  • deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi,
  • alcolismo cronico,
  • patologia epatica
  • la presenza di iperbilirubinemia benigna,
  • gravidanza e allattamento (presi solo come indicato).

La manifestazione di tali effetti collaterali è talvolta possibile:

  • dal sistema digestivo - fenomeni dispeptici (raramente), con uso prolungato e in grandi dosi, si osserva spesso un effetto epatotossico,
  • reazioni allergiche sotto forma di orticaria, prurito cutaneo, eruzione cutanea,
  • dal sistema ematopoietico - raramente possono verificarsi trombocitopenia, neutropenia, pancitopenia, agranulocitosi e leucopenia.

Posso sostituire il paracetamolo con altri farmaci e quali? Sì, solo come indicato da un medico, ecco i più efficaci:

  • No-Shpa: aiuta ad affrontare mal di denti, mal di testa e altri tipi di dolore,
  • Ibuprofene: elimina il dolore, ma non è raccomandato per l'uso nel 3 ° trimestre, nel 1 ° e 2 ° trimestre, il medicinale è consentito solo se il beneficio per la donna incinta supera il rischio per il feto,
  • Citramon: aiuta a far fronte a un mal di testa, ma prendilo durante la gravidanza solo in casi di emergenza,
  • Nurofen: riduce efficacemente la temperatura ed elimina il dolore, può essere utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento (in questo caso solo Nurofen sotto forma di sciroppo è adatto ai bambini),
  • Panadol: elimina la febbre e il dolore, è consentito durante la gravidanza e la gv,
  • Ibuklin o Brustan - in questi farmaci, il paracetamolo è combinato con l'ibuprofene, sono autorizzati per l'uso in 2-3 trimestri.

Farmaci come Coldrex, Antigrippin, Teraflu, Fervex, Efferalgan S, Maxikold vengono assunti solo dopo il permesso del medico.

Ho preso il paracetamolo dal mal di denti nel secondo trimestre come prescritto dal medico. Dopo metà della pillola ho sentito un notevole sollievo e il dolore non mi ha più disturbato.

Vasilisa, 31 anni

Nel 3 ° trimestre, ha bevuto il paracetamolo da un mal di testa. Ad essere onesti, la medicina non ha aiutato affatto.

Margarita, 36 anni

Nel 2 ° trimestre, la mia temperatura è aumentata molto. Causato un'emergenza, il medico ha raccomandato di bere paracetamolo. Poi ha visitato il suo medico, ha anche prescritto questo farmaco per la temperatura. L'assunzione del farmaco non ha influito in alcun modo sul bambino; ​​ha dato alla luce un bambino sano.

Il paracetamolo è un rimedio efficace per mal di testa e mal di denti, così come raffreddori, malattie virali e infettive. Ma puoi beverlo durante la gravidanza solo con la nomina di un medico, l'automedicazione con questo strumento è vietata. Non essere malato e avere una gravidanza facile!

Pin
Send
Share
Send
Send