Malattie della pelle

5 miti di varicella più comuni

Pin
Send
Share
Send
Send


Quasi tutti i bambini hanno già la varicella per età scolare. Posso essere vaccinato contro questa malattia e come trattarla?

La varicella è una malattia respiratoria acuta abbastanza contagiosa che causa il virus. Lo stesso virus può causare l'herpes zoster. La varicella viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, attraverso giocattoli o persone sane, è improbabile che l'infezione - il virus muore rapidamente fuori dal corpo. Dopo la malattia, di norma, si forma un'immunità stabile.

Nei bambini con una buona immunità, la varicella, di norma, procede senza complicazioni. Spesso i bambini, anche la maggior parte della malattia, si sentono bene, sono attivi e giocano. Di norma, la febbre si verifica contemporaneamente alle eruzioni cutanee. Più spesso, il decorso grave della malattia si verifica negli adulti e nei bambini con un corpo indebolito.

Molte persone pensano che la varicella non richieda un trattamento speciale, e nella maggior parte dei casi questo è vero. Ma ci sono complicazioni, ad esempio, la varicella può influenzare gli organi interni. In tali casi, può essere necessario un trattamento medico serio. Nei casi lievi, la cosa principale è abbassare la temperatura e impedire al bambino di pettinare le eruzioni cutanee.

Forse non lo sapevi, ma esistono vaccini efficaci contro la varicella. In alcune regioni russe, i bambini non malati di età superiore ai due anni vengono vaccinati.

Mito numero 1. La varicella è una malattia lieve

Questo è in parte vero, il decorso della varicella varia da paziente a paziente. In alcuni casi, il massimo della malattia provoca la comparsa di diverse vescicole senza aumentare la temperatura. In altri, la temperatura può saltare fino a 40 gradi e il numero di eruzioni cutanee farà apparire il paziente come un rospo brufoloso.

Tuttavia, i genitori dovrebbero capire che la varicella non è così innocua come descrivono. Un'espressione popolare: "È meglio ammalarsi durante l'infanzia" contraddice le conseguenze che questa malattia può portare. La varicella può causare una serie di malattie pericolose: polmonite, encefalite, meningite. Una situazione particolarmente difficile può rivelarsi essere per il corpo del bambino se la varicella colpisce gli organi interni.

Mito numero 2. Zelenka - il rimedio più sicuro per la varicella

In effetti, i benefici dei biglietti verdi non sono maggiori di qualsiasi altro antisettico. Zelenka non penetra in profondità negli ascessi o nelle ulcere, non ha alcun effetto sulla malattia stessa, previene solo l'insorgenza di infezioni batteriche.

Ma c'è ancora qualche vantaggio da esso. Grazie al verde brillante, puoi facilmente determinare il tempo approssimativo dell'aspetto di ogni singolo brufolo, in modo che i genitori possano calcolare il tempo in cui il bambino cessa di essere infettivo.

Mito numero 3. Non esiste una vaccinazione contro la varicella

In realtà, esiste un vaccino contro la varicella ed è considerato il modo migliore per proteggere un bambino dalle malattie. In Russia, viene utilizzato il vaccino Varilrix. Può essere utilizzato sia per la profilassi di routine, sia per l'emergenza, nelle persone che non sono state precedentemente ammalate e che si trovavano accanto al paziente.

Questo medicinale non è incluso nel calendario nazionale delle vaccinazioni, ma è incluso nei calendari regionali, ad esempio Mosca. Il documento prescrive di vaccinare i bambini non malati all'età di due anni, nonché i bambini che viaggiano nei campi estivi, che in precedenza non avevano avuto la varicella e non erano stati vaccinati.

Mito numero 4. La varicella può essere infettata attraverso oggetti

La varicella è considerata una delle malattie infettive più altamente infettive. Tuttavia, il virus del vaiolo può vivere solo nel corpo umano. L'ambiente è una minaccia mortale per la varicella. In esso, il corpo muore quasi all'istante. Pertanto, la probabilità di contrarre la varicella in qualsiasi ambiente è estremamente ridotta.

Puoi ottenere la varicella solo dalle goccioline trasportate dall'aria. Tuttavia, ciò non significa che un altro paziente debba essere direttamente con te o tuo figlio. Non sarà difficile per un virus spostarsi nelle stanze vicine o persino negli appartamenti adiacenti.

Mito numero 5. Non puoi fare il bagno a un paziente con varicella

Questo è ciò che i nostri genitori e dottori ci dicono da molti anni. Tuttavia, oggi questo mito può essere facilmente sfatato. I bagni quotidiani, al contrario, purificano le ferite dopo l'apertura delle vescicole. Inoltre, i bagni caldi affrontano il prurito, ma dovresti stare molto attento dopo la fine delle procedure dell'acqua. Non strofinare la pelle con forza, specialmente nei punti di accumulo di massa delle bolle, in modo da non rimuoverle.

Pin
Send
Share
Send
Send